Scaloppina alla pizzaiola

Web Hosting

La scaloppina alla pizzaiola sono un saporito e fragrante secondo piatto, una ricetta dal successo assicurato. Infatti questa ricetta è semplice e veloce da realizzare, tipico e nostrano sapore mediterraneo piacerà a tutti, grandi e piccini.

Per visualizzare tutte le ricette clicca qui.

Ingredienti x 2 p.z

  • 200 g Carne (Vitello / maiale (lonza))
  • Cipolla
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 ciuffo Basilico
  • 1 costa Sedano
  • 10 Capperi Sotto Sale
  • 250 ml Salsa Di Pomodoro
  • q.b. Origano
  • 10 Olive Nere
  • 100 ml Vino Bianco

Preparazione

Tagliare la carne.
Ricavate delle fettine di circa 50 gr ciascuna.
Immergere le Fettine nella farina.
Soffriggere le fettine con un trito di cipolla sedano capperi e olive.
Sfumare con il vino bianco.
Lasciare evaporare l’alcool dopo di che aggiungere la salsa di pomodoro con qualche ciuffo di basilico sale e pepe.
Continuare la cottura circa 25 minuti .
Verdure Saltate in padella.

Procedimento

Cominciamo a tagliare la carne a medaglioni, li potete realizzare di vitello o di maiale (lonza), una volta tagliate avvolgetele nella pellicola trasparente e con un batticarne spianate le fettine, una volta fatto immergetele nella farina e riponetele da parte.A questo punto prendiamo una padella abbastanza capiente con un trito di cipolla sedano l’aglio e rosoliamo il tutto dopo di che aggiungiamo i capperi e le olive e le fettine di carne precedentemente preparate prima rosolate da entrambi i lati salate il tutto, sfumare il tutto col vino bianco, lasciate evaporate l’alcool, dopo aggiungere il pomodoro, il basilico e l’origano e un mestolo d’acqua se la salsa risulterebbe molto densa, riponete il coperchio e continuare la cottura circa 25 minuti, una volta pronti potete servire a famigliari e amici, per il contorno potete preparare delle verdure saltate in padella.

Per visualizzare tutti i secondi piatti clicca qui.

SiteGround

Web Hosting Web Hosting
About ilpeperonerosso 98 Articles
Cooking Chef/Food blogger La cucina è di per sé scienza.Sta al cuoco farla diventare arte!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




*