Linguine aglio pomodori secchi sardelle

Web Hosting

Linguine aglio pomodori secchi sardelle che propongo, un primo velocissimo da preparare di quelli che stuzzicano l’appetito con un mix di sapori deliziosi e decisi. arricchito con l’aggiunta di capperi e il pangrattato tostato, la ricetta richiederà al massimo 15 minuti, compresa la cottura delle linguine.

Per visualizzare tutti i primi piatti clicca qui.

Ingredienti x 2 p.z

  • 200 g Linguine
  • Sardelle (sott’olio)
  • 10 Pomodori Secchi
  • 10 Capperi Sott’aceto
  • 1 spicchio Aglio
  • q.b. Pangrattato (Tostato)
  • q.b. Parmigiano Reggiano (Pecorino a scelta)

Preparazione

Riponiamo una padella antiaderente sul fuoco con un filo d’olio evo, quando sarà calda aggiungiamo il pangrattato tostiamolo un paio di minuti a fuoco basso, una volta fatto mettiamolo da parte e aggiungiamo un po di formaggio a scelta.
In una padella facciamo rosolare uno spicchio d’aglio con i pomodori secchi le sardelle e i capperi non aggiungete tanto olio perché ci stanno i pomodori secchi.
A questo punto aggiungere un mestolo d’acqua di cottura scolare la pasta e riporla nella padella.

Per visualizzare i secondi piatti clicca qui.

Mantechiamo per qualche istante col il pangrattato tostato e il formaggio, una vota fatto riponete in un piatto da porta e decorare con qualche cappero e pangrattato

Procedimento

Cominciamo a tagliare la cipolla e i pomodori secchi sott’olio riponiamoli in una padella con uno spicchio d’aglio tagliato e un filo d’olio evo, aggiungiamo i capperi, facciamo soffriggere qualche istante, dopo di che versare un mestolo d’acqua di cottura spegniamo il fuoco, scoliamo le linguine e versiamoli nella padella diamo una spolverata di pangrattato tostato amalgamiamo il tuttora questo punto riporre in un piatto da portata e condire con altro pangrattato e i capperi pronti per servire familiari e amici.



SiteGround

Web Hosting Web Hosting
About ilpeperonerosso 98 Articles
Cooking Chef/Food blogger La cucina è di per sé scienza.Sta al cuoco farla diventare arte!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




*